Eventi passati

Passati congressi nazionali

17° Congresso nazionaleTSRM | Napoli 2017

Svoltosi a Napoli presso la Città della Scienza, il 17° Congresso nazionale è stato caratterizzato da un’impostazione innovativa del programma scientifico.
La maggior parte dei corsi monotematici non è stata organizzata per branca o tecnologia, bensì
per organo-distretto-patologia.
Pertanto, a differenza delle precedenti edizioni, è cambiata anche la modalità di partecipazione delle associazioni scientifiche di riferimento, non più chiamate a gestire il loro corso monotematico di branca o tecnologia, bensì a cooperare per la realizzazione di più corsi monotematici per organodistretto-patologia.
Tale impostazione, partendo dalla persona e i suoi bisogni di salute, ha contribuito a far crescere la consapevolezza dei singoli TTSSRM di operare all’interno di processi complessi, nei quali il loro contributo è solo uno dei molti richiesti, ma necessario e importante quanto quello delle altre professioni.
Da tale consapevolezza deriva quella di appartenere a un mondo multidisciplinare, quindi multiprofessionale, che ha favorito la disponibilità al confronto e alla collaborazione con i colleghi che operano in altre branche dell’area radiologica e con le altre professioni sanitarie.
Beneficiando del contributo delle associazioni scientifiche, dei gruppi di studio e lavoro della Federazione, delle singole eccellenze tecniche che il nostro Gruppo professionale può vantare, nonché di quello delle altre professioni e dell’industria, i corsi monotematici hanno offerto un’occasione di reciproca conoscenza e futura cooperazione.
Infine, per massimizzare la consapevolezza di operare in un unico ampio contesto e di appartenere a una unica famiglia professionale, il Congresso è stato completato da sedute plenarie su argomenti di interesse generale.

16° Congresso nazionale TSRM | Riccione 2015

Il congresso nazionale del 2015 è stata l’occasione per celebrare il 50° anniversario dal riconoscimento giuridico del tecnico di radiologia medica, allora arte ausiliaria sanitaria.
Mezzo secolo in cui è cambiato tutto: la società, i bisogni di salute, la formazione, i modelli organizzati, le tecnologie, i TSRM.
Mezzo secolo nel quale è anche cambiato il paradigma alla base delle professioni. 50 anni fa i tecnici di radiologia medica gioivano per il giusto riconoscimento legislativo.
A distanza di 50 anni la professione sta facendo la fatica imposta dal nuovo modello basato sulle competenze.
La legittimazione di una professione non passa più tanto dall’elemento formale, quale può essere la norma, che rimane comunque un tassello imprescindibile, quanto dall’elemento sostanziale: la competenza, intesa come capacità di riconoscere i bisogni di salute e di sistema e, soprattutto, capacità di rispondervi attraverso specifici contributi professionali.
Destinatari dell’iniziativa sono stati i 27.000 Tecnici Sanitari di Radiologia Medica che esercitano la loro attività nelle varie branche specialistiche e gli studenti dei corsi di laurea.
Il 16° Congresso Nazionale ha visto lo svolgimento, come consolidato nei precedenti congressi, di due momenti formativi distinti ovvero le sessioni plenarie istituzionali e i corsi di approfondimento monotematici.

15° Congresso nazionale TSRM | Riccione 2013

Il XV congresso nazionale si è svolto in un momento nel quale la professione di TSRM è sottoposta a molte sollecitazioni e all’azione di forze contrastanti.
Da una parte una serie di fattori alimenta la crescita della domanda di prestazioni d’area radiologica (interessi economici, empowerment delle persone assistite, Internet, medicina difensiva, etc…), dall’altra un numero pari ma di verso opposto ne impone il contenimento (es. appropriatezza, sofferenze economiche, etc…).
All’interno di questo scenario complesso, quindi impegnativo, il TSRM è stato, allo stesso momento, spinto in avanti dai decisori (Ministro, Assessori, Direttori Generali e Direttori di Dipartimento e Strutture), che lo vorrebbero più qualificato e autorevole, e, al pari di altre professioni sanitarie, contenuto e trattenuto da chi, erroneamente, ne interpreta la crescita e la piena realizzazione professionale come condizioni dalle quali deriverebbe un detrimento per qualcuno (altri operatori sanitari) o qualcosa (qualità delle prestazioni erogate e/o dei processi all’interno dei quali il TSRM opera).
In tale situazione, le stelle polari che hanno orientato le valutazioni, le scelte e le azioni del TSRM sono
1) i bisogni della persona e 2) le modalità organizzative e operative più appropriate a soddisfarli in modo tempestivo ed efficace.
Il TSRM si è messo  al servizio di questi due elementi, contrastando ed escludendo quelli che vanno in altre direzioni.
Da questa prospettiva, è già possibile affermare che il TSRM è pronto: ad intervenire subito e direttamente allorquando già in possesso delle necessarie competenze; ad affrontare le fatiche necessarie a rimodularle, ampliarle e specializzarle ogniqualvolta il sistema sanitario e le persone che ad esso si rivolgono glielo richiederanno.
Questi sono i temi principali sui quali si  sono sviluppati i lavori congressuali.

18° CONGRESSO NAZIONALE TSRM - EVENTO VIRTUALE, POTRAI INOLTRE USUFRUIRE DI N.1 CORSO FAD DA 20 CREDITI ECM

TI ASPETTIAMO IL 7 E 8 NOVEMBRE!